ITA | ENG

01/10/2017

Newsletter ottobre 2017

L’esperienza alla Conferenza Europea di Enneagramma dell’International Enneagram Association a Helsinki il mese scorso è stata preziosissima. Dal 2004, un paio di anni dopo il mio incontro con l’Enneagramma ho iniziato a partecipare alle Conferenze organizzate da questa associazione negli Stati Uniti e scelto di far parte di questa realtà comunitaria. Inizialmente la partecipazione era volta a farmi un’idea di ciò che il mercato offriva per poterne continuare lo studio, poi nel tempo andare alle conferenze è diventato sia un modo per ritrovare conoscenze e talvolta amici, sia un’occasione per condividere le mie comprensioni, sia una possibilità per scoprire ed essere ispirata da quelle dei colleghi. Nel 2009, quando l’organizzazione ha scelto di iniziare ad accreditare individui e scuole ho anche scelto di aderire all’iniziativa, che ritengo importante per direzionare e in parte tutelare chi desidera avvicinarsi all’Enneagramma.

 

Chi mi conosce da tempo sa che diversi anni fa ho tentato di portare in Italia questa realtà associativa fondando una affiliazione italiana e sa anche che è stato un tentativo fallimentare. L’Affiliazione voleva essere la possibilità di una comunità italiana di interessati all'Enneagramma, un contenitore senza diretto interesse commerciale o personale e uno spazio di incontro di diverse scuole, professionisti, insegnanti, voci. Dopo una pausa digestiva, quest’anno ho sentito di ritrovare colleghi e compagni di viaggio e di condividere con la comunità internazionale alcune nuove comprensioni circa l’integrazione del movimento somatico ispirato al metodo Body Mind Centering al lavoro con l’Enneagramma.

 

Sono molto contenta e molto soddisfatta dell'esperienza. Mi ha fatto benissimo ricevere l’interesse circa le mie condizioni fisiche da parte di colleghi che sapevano dell’incidente di due anni fa, mi ha fatto benissimo ritrovare conoscenze di 15 anni con cui condividere impressioni e considerazioni circa le fasi e l’evoluzione di questa comunità che sembra essere ogni anno più viva e vivace in Europa. Mi ha fatto benissimo vedere che certe dinamiche politiche e di potere personale sono sempre le stesse e sempreverdi. E mi ha fatto benissimo che la sala in cui ho tenuto la mia presentazione fosse gremita al punto da non poter portare avanti ciò che avevo pensato per mancanza di spazio. La partecipazione attentissima, il coinvolgimento e le risposte delle persone che mi indicavano quando bene il messaggio stesse passando, le domande intelligenti e pertinenti, tutto è stato un meraviglioso nutrimento oltre le aspettative. E mi sono anche divertita tantissimo in quei 90 minuti che per me sono volati.

A questa pagina potete leggere il riassunto in italiano di ciò che ho presentato alla Conferenza. Mi auguro sia di vostro interesse, per me è appassionante!

Maura Amelia