ITA | ENG
Tipo Sei

Tipo Sei - Il Fido

Il Tipo Impegnato e Orientato alla Sicurezza. Coinvolgente, Responsabile, Ansioso e Sospettoso

BREVE DESCRIZIONE

I tipi Sei sono affidabili, fedeli, responsabili e gran lavoratori. Sono eccellenti nell’individuare i problemi, prevedendoli e incoraggiando la cooperazione, ma possono mettersi sulla difensiva, diventare evasivi, ansiosi e andare avanti a forza di nervi lamentandosene. Possono essere troppo cauti e indecisi, ma anche reattivi e avere un atteggiamento ribelle e di sfida. Solitamente hanno problemi con il dubbio su di sé e il sospetto.

Al loro meglio: interiormente stabili e sicuri di sé, infondono coraggio e fiducia a sé stessi e agli altri.

CARATTERISTICHE DEL TIPO SEI

Abbiamo chiamato il tipo di personalità Sei Il Fido perché fra tutte è quella più leale verso gli amici e verso ciò in cui crede. I Sei “affondano con la nave” e stanno ancorati a qualsiasi relazione molto più a lungo della maggioranza degli altri tipi.

I tipi Sei sono anche leali alle idee, ai sistemi e alle credenze, incluso il credo che tutte le idee e autorità debbano essere messe in dubbio e sfidate. Infatti, non tutti i tipi Sei si conformano allo “stato delle cose” e ciò in cui credono può essere ribelle e anti-autoritario. In ogni caso, generalmente lottano più ferocemente e tenacemente per ciò in cui credono e difendono la propria comunità o famiglia più di quanto lotterebbero per se stessi.

La ragione per cui i tipi Sei sono così leali verso gli altri è che non vogliono essere abbandonati e lasciati senza sostegno, che è la loro Paura Fondamentale.

Quindi la questione principale del tipo Sei é il venire meno della sicurezza in sé stessi. I tipi Sei arrivano a credere di non possedere le risorse interiori necessarie a gestire da soli le sfide e le difficoltà e di conseguenza fanno sempre più affidamento su strutture, alleati, credenze e sostegni esterni che facciano loro da guida per la sopravvivenza. Se queste strutture non esistono, essi le creeranno da sé e le manterranno.

I tipi Sei sono i tipi primari del Centro mentale, e questo significa che hanno più problemi di altri nel contattare la propria guida interiore e che come conseguenza non si fidano della propria mente e del proprio giudizio. Questo non vuol dire che non pensano, al contrario, pensano e si preoccupano molto! Tendono anche ad avere paura di affrontare decisioni importanti, anche se allo stesso tempo oppongono resistenza a che siano gli altri a prenderle al posto loro.

Vogliono evitare di essere controllati, ma hanno anche paura di prendersi delle responsabilità in un modo che potrebbe esporli eccessivamente (Il vecchio adagio giapponese: “Il filo d’erba che cresce troppo alto viene tagliato” rende l’idea).

I tipi Sei sono sempre consapevoli delle proprie ansie e cercano sempre modi di costruire bastioni di “sicurezza sociale” per proteggersene. Se essi sentono di avere sufficienti conferme, possono progredire con un certo grado di sicurezza, ma se ciò crolla, diventano ansiosi e cominciano a dubitare di sé stessi, risvegliando la loro Paura Fondamentale (“Sono da solo! Cosa farò adesso?”). Una domanda che ben si adatta a loro é: “Quando saprò di avere abbastanza sicurezza?” O per arrivare dritti al cuore della questione: “Cosa è la sicurezza?”. Senza una essenziale guida interiore e il profondo senso di sostegno che essa apporta, i tipi Sei sono sempre in lotta per trovare un terreno solido.

I Sei tentano di costruire attorno a sé una rete di fiducia su uno sfondo di instabilità e paura. Sono spesso carichi di ansia cui non riescono a dare un nome e cui cercano di trovare o creare una motivazione. Desiderano che la loro vita sia ben delineata e solida e si aggrappano a spiegazioni o a opinioni che sembrano spiegare la loro situazione.

Siccome per loro la certezza (fiducia, fede, convinzioni e opinioni) è difficile da ottenere e siccome è fondamentale per il loro senso di stabilità, una volta che hanno una convinzione affidabile non la mettono facilmente in dubbio, né desiderano che lo facciano gli altri.

Lo stesso vale per le persone nella loro vita: una volta che essi sentono di potersi fidare di qualcuno, fanno di tutto per mantenere la connessione con questa persona che funge da cassa di risonanza, da mentore o da regolatore delle loro reazioni e comportamenti emotivi. Quindi fanno tutto ciò che è in loro potere per mantenere questi rapporti (“Se non mi fido di me, almeno devo trovare qualcosa in questo mondo di cui mi posso fidare”).

Fino a quando non contattano la propria guida interiore sono come delle palline da ping-pong che vanno costantemente avanti e indietro a seconda di ciò che li colpisce più profondamente in un determinato momento. A causa di questa reattività si può dire qualsiasi cosa a proposito dei tipi Sei ed è vero anche l’opposto. Sono forti e deboli, paurosi e coraggiosi, fiduciosi e diffidenti, difensori e provocatori, dolci e amari, aggressivi e passivi, prepotenti e smidollati, difensivi e aggressivi, pensatori e persone d’azione, gregari e solitari, credenti e miscredenti, collaborativi e ostruzionisti, teneri e volgari, generosi e meschini e così via.

L’impronta digitale dei Sei è questa immagine contraddittoria, questo essere un concentrato di opposti.

Il più grande problema dei Sei è che tentano di costruire la sicurezza nell’ambiente circostante senza risolvere le proprie insicurezze emotive. Tuttavia, quando imparano ad affrontare le proprie ansie, comprendono che sebbene il mondo è in perenne mutamento e per sua natura incerto, possono essere sereni e coraggiosi in qualsiasi circostanza e possono ottenere il più grande dono di tutti: il senso di pace interiore nonostante le incertezze della vita.


(Don Richard Riso and Russ Hudson, 1999, The Wisdom of the Enneagram, New York, A Bantam Book, 235-236)