Punto e Tipo Sette
Libertà e Completezza

Il punto Sette ci mette in contatto con il desiderio di libertà interiore. Ci invita alla gratitudine per ogni istante ed esperienza della vita.

ARCHETIPO DEL PUNTO SETTE

Il punto Sette rappresenta l’archetipo della gioia e della libertà. È la parte di noi che si sforza di raggiungere soddisfacimento e felicità, apprezzando e assaporando tutte le possibilità che la vita offre.

 

Quando viviamo le qualità elevate di questo punto ci sentiamo soddisfatti e fortunati indipendentemente dai fattori esterni. Viviamo la vita come una meraviglia senza fine, liberi dagli automatismi e dai condizionamenti interiori. Vogliamo sperimentare e gustare ogni istante con leggerezza, dinamismo, sorpresa e spontaneità.

PANORAMICA DEL TIPO SETTE

Il punto Sette è parte del Centro di intelligenza del la Testa e dell’intelletto, quindi chi ha questo tipo di personalità dominante è orientato al sostegno e alla direzione.

 

Il tipo Sette vuole godere della vita. Il suo valore fondamentale è un mondo in cui tutti hanno la possibilità di essere felici. È ottimista, energico e creativo. Valorizza gli aspetti positivi delle situazioni ed è grato per tutto ciò che accade. Vuole vivere la vita appieno, come un’avventura, sentendosi soddisfatto e gioioso.

 

Quando è al suo meglio è una persona allegra, vivace, briosa, entusiasta ed estroversa che trova tutto rinvigorente. È energico, avventuroso, in cerca di esperienze e sensazioni e forti, facilmente eccitabile e rispondente agli stimoli esterni e con buone capacità di recupero. È curioso, in grado di apprendere velocemente e di incrociare in modo fertile diverse aree di interesse. È un visionario audace, orientato al futuro, capace di essere gregario e portare avanti più attività al contempo. Ha fiducia in se stesso, è appassionato, impegnato, pratico e prolifico.

 

Quando il tipo Sette perde connessione con il proprio senso interiore di gioia e leggerezza sente il bisogno di avere tante opzioni da sperimentare e di ottimizzare ogni situazione.
Inizia a credere che è necessario massimizzare il piacere ed eliminare il dolore, e pianificare e anticipare i modi e i tempi della propria felicità.
Diventa eccessivamente attento a non perdersi le diverse numerose occasioni ed esperienze che immagina valide e che possibilmente gli assicureranno di avere ciò di cui ha bisogno.
Poi tutto diventa una coatta ricerca di stimolazioni per impedire alle sensazioni negative di emergere. È orientato al piacere e vuole solo godersi la vita e sentirsi appagato. Vuole avere tante possibilità e scelte disponibili, non vuole perdersi nulla, si tiene occupato, aumenta la varietà e il numero delle attività, porta avanti progetti multipli e mantiene diverse opzioni aperte. È convinto che fare una scelta significa perdere per sempre tutte le altre possibilità. Questo lo rende irrequieto, molto disattento, eccitabile e guidato da impulsi. Vuole stare al passo con le tendenze, conoscere e parlare di ciò che è di classe, raffinato e sofisticato. Spesso è visto dagli altri come superficiale e infantile, sebbene questo non sia come lui si percepisce.

 

L’ambiente emotivo reattivo che matura, la passione di questo tipo, è la gola. La gola è il bisogno di riempire, la fame di possibilità ed esperienze che spinge e trascina a voler fare tutto. È la sensazione di non avere mai abbastanza scelte e opzioni. È avidità e frenesia di ottenere situazioni ideali di gioia e libertà.
Questa reattività porta il tipo Sette a credere che la sua felicità dipenda dalla quantità invece che dalla qualità delle esperienze. Lo spinge a sviluppare abitudini che evitano qualsiasi sensazione sgradevole, a essere sempre anche altrove con la testa, sempre più attivo e inquieto alla ricerca dalla situazione o dalla persona giusta. Più si sforza di raggiungere una libertà impossibile più si sente frustrato e insoddisfatto.
Giustifica sempre di più il suo comportamento impulsivo e iper-attivo e la sua insistenza aggressiva che gli altri soddisfino delle sue richieste. Questo lo porta a temere sempre di più che le persone e l’ambiente gli impediscano di ottenere quello che desidera, si sente facilmente annoiato e irritato, diventare distratto, disinibito, istrionico, assillante e incapace di trattenersi. È egocentrico, insensibile, volubile, frivolo, pretenzioso e nega le proprie responsabilità e colpe.

 

Il tipo Sette al suo peggio ha bisogno di gratificazione istantanea, di sentirsi su di giri ed evitare di sentire l’ansia a ogni costo. Non riesce a fermarsi, è insaziabile, infantile, capriccioso, sventato, offensivo, maniacale e isterico. Crede che siano gli altri a impedirgli di essere libero e felice, li condanna e li punisce. Si sente sovraccaricato e sopraffatto, debilitato, rovinato, distrutto e la sua energia è esaurita. Finisce per rimanere davvero intrappolato nel dolore che teme e deprivato di ciò che necessita per essere soddisfatto e felice.

 

Il punto Sette dell’Enneagramma ci invita alla gratitudine per ogni istante della vita e ci mette in contatto con il desiderio di libertà interiore. Per contattare questa dimensione è necessario essere presenti totalmente nel momento e comprendere che l’appagamento e la felicità non si costruiscono con particolari situazioni. Accettare la responsabilità di ciò che proviamo ci fa vivere ogni esperienza come una possibilità e con leggerezza. Così possiamo celebrare gioiosamente l’esistenza e condividere la felicità accrescendo la ricchezza dell’esperienza di tutti.

 

(Estratto selezionato da “Crescere con L’Enneagramma”, Maura Amelia Bonanno, 2018, Armenia Edizioni)

I TIPI SETTE PIÙ ILLUSTRI

Scopri tutti i nove tipi